Giorgio Croci

Il Prof. Ing. Giorgio Croci è nato a Roma il 19 Marzo 1936.
Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Civile nel maggio del 1960 presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Dal 1984 è “Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni”. Dal 1995 al 2010 è Titolare della Cattedra di “Principi strutturali dei monumenti e dell’edilizia storica” nella Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma La Sapienza.
E’ stato Direttore negli anni 2003, 2006 e 2007 del Master in “Recupero e Conservazione delle Costruzioni Storiche” organizzato dell’Università di Roma La Sapienza.
Dal 1985 al 1986 è stato Membro della Commissione del Ministero dei Lavori Pubblici per la valutazione del progetto di Costruzione del Ponte Sospeso sullo Stretto di Messina.
Dal 1990 è membro esperto al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
Dal 1995 al 2005 è stato Presidente del Comitato “International Scientific Committee for Analysis and Restoration of Structures of Architectural Heritage” dell’ICOMOS (International Council of Monuments and Sites), di cui attualmente è Presidente Onorario.
Il Comitato sotto la Sua presidenza ha prodotto il documento internazionale di “Recommendations for the Analysis, Conservation and Structural Restoration of Architectural Heritage”.
Dal 1994 è membro del Comitato Permanente UNESCO per la Salvaguardia dei Templi di Angkor (Cambogia) ed in qualità di Coordinatore di un gruppo internazionale di esperti ha preparato un documento “Recommendations for the Conservation and Restoration of Angkor Monuments”.
Dal 1996 è Coordinatore Scientifico delle Ricerche e dei Progetti per il Restauro del Colosseo nel quadro del finanziamento di 40 miliardi di lire da parte della Banca di Roma e dell’accordo di collaborazione tra le Università di Roma e la Soprintendenza Archeologica di Roma.
Dal 1998 fino al completamento dei lavori (2003) è stato membro del Comitato nominato dalla Presidenza del Consiglio che ha progettato le opere di consolidamento della Torre di Pisa, per il quale nel 2001 ha ricevuto dal Sindaco di Pisa una medaglia d’oro per il contributo dato nel salvataggio della Torre.
Dal 1997 è membro del Gruppo Internazionale di Studio per la Salvaguardia di Santa Sofia in Istanbul.
Nel marzo 2000 ha ricevuto dall’Accademié d’Architecture a Parigi la grande medaglia d’argento per la personalità che a livello internazionale ha maggiormente contribuito alla salvaguardia del patrimonio architettonico nel mondo.
Nel 2004 è stato nominato Commendatore della Repubblica dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi per meriti acquisiti nella salvaguardia del Patrimonio Culturale.
Dal 2005 è membro della Commissione Internazionale dell’UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale della Cittadella di Gerusalemme.
E’ stato Progettista dello smontaggio a Roma, trasporto e rimontaggio (in Etiopia) dell’Obelisco di Axum.
Nel dicembre 2007 ha seguito in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica di Roma le attività che hanno riportato alla luce il “Lupercale”, luogo di culto dedicato a Romolo Re di Roma.
Nel 2008 gli è stato conferita la Medaglia d’Oro ai Benemeriti della Scuola della Cultura e dell’Arte dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.
Ha effettuato diverse missioni e consulenze e missioni per conto dell’UNESCO, del Consiglio d’Europa, del Ministero degli Affari Esteri, o per l’invito di Autorità locali in Albania, Bosnia, Brasile, Cambogia, Croazia, Cina, Cipro, Egitto, Etiopia, Giordania, India, Israele, Corea, Libano, Libia, Malta, Marocco, Palestina, Polonia, Porto Rico, Romania, Siria, Sri Lanka, Spagna, Turchia, Ungheria, URSS, USA, Uzbekistan e Yemen.
Nell’ambito della progettazione, tra gli interventi più significativi in Italia e all’estero si citano: la Basilica di San Francesco di Assisi (dopo il sisma del settembre 1997), la Torre di Pisa, lo smontaggio (a Roma) e il rimontaggio in Etiopia della Stele di Axum, Santa Sofia ed il complesso del Top-Kapi di Istanbul, la Piramide di Chephren in Egitto, il tempio di Konarak in India, i Templi di Baalbeck in Libano, la cattedrale di Strasburgo in Francia, la cittadella di Gerusalemme, il Palatino, i Mercati di Traiano ed il Colosseo a Roma, la Basilica di Santa Maria del Fiore a Firenze, il Real Albergo dei Poveri a Napoli, la Basilica di Collemaggio a L’Aquila (dopo il sisma dell’aprile 2009).
Share Tweet Pin it



X