Gianmarco De Felice

Gianmarco De Felice è professore ordinario di Tecnica delle Costruzioni nel Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi Roma Tre. Laureato nel 1990, DEA in Genie Civile, consegue il Dottorato in Ingegneria Strutturale nel 1994. Dal1994 al 1995 è stato ricercatore in visita all’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées con un finanziamento della Comunità Europea, dal 1996 al 2002 ricercatore nella Facoltà di Architettura di Roma Tre e poi dal 2002 al 2011 professore associato nella Facoltà di Ingegneria di Roma Tre.
E’ chairmen del Comitato Tecnico Rilem TC-CSM “Composites for Sustainable strengthening of Masonry”, membro del Management Committee della COST Action “Next Generation Design Guidelines for Composites in Construction” fa parte del Consiglio scientifico del SAHC – Structural Analysis of Historical Constructions e dell’ARCo (Associazione per il Recupero del Costruito). E’ membro dell’In-ternational Masonry Society (IMC), dell’Associazione Nazionale di Ingegneria Sismica (ANIDIS) e del Comitato Tecnico Amministrativo del Provveditorato Interregionale per le OO.PP per il Lazio, l’Abruzzo e la Sardegna. Con Gae Aulenti è stato membro della Commissione del Concorso internazionale “Nove Kapije Beograd” per la ricostruzione di due edifici bombardati dalla NATO nel 1999 a Belgrado.
I suoi interessi scientifici riguardano la meccanica delle murature, l’analisi strutturale dei monumenti, la valutazione della sicurezza sismica delle strutture in muratura e in cemento armato, la valutazione della sicurezza di ponti esistenti, la sperimentazione su strutture murarie storiche e sulle tecnologie di rinforzo con sistemi tradizionali e innovativi, l’interazione terreno-struttura e la valutazione degli effetti di scavi sulle costruzioni.
Su questi temi ha coordinato l’unità di ricerca di Roma Tre in diversi Progetti di ricerca, tra cui: PRIN 2003 – Sicurezza controllo e gestione dei ponti in muratura; Progetto RELUIS 2006-08 – Valutazione del comportamento sismico di edifici esistenti e storico-monumentali in muratura e studio degli interventi di riduzione della vulnerabilità sismica; PRIN 2009 – Formulazione e implementazione di metodi di analisi non lineare di costruzioni in muratura per la valutazione del comportamento sismico di edifici storici e monumentali; Progetto RELUIS 2010-13: Valutazione della vulnerabilità di edifici in muratura, centri storici e beni culturali.
Ha coordinato ed eseguito diversi progetti di restauro e miglioramento sismico di edifici monumentali, tra i quali l’Abbazia di San Clemente a Casauria a seguito del terremoto di L’Aquila del 2009, il palazzo Farnese di Ischia di Castro, attribuito ad Antonio da Sangallo, il villino rosso e le scuderie vecchie di Villa Torlonia in Roma e, più recentemente, il progetto del complesso monumentale dei palazzi Ciolina-Ciampella ai quattro cantoni a L’Aquila.

Share Tweet Pin it



X