Atti del VI convegno nazionale manutenzione e recupero nella città storica “Quale sicurezza per il patrimonio architettonico?”

a cura di Alessandra Centroni

Mantova – palazzo ducale, 30 novembre – 2 dicembre 2006

Quale è il limite della sicurezza e come si potrà valutare la sua compatibilità con la natura dell’opera da salvare? L’ARCo ha scelto di confrontarsi con questa ampia tematica che tocca i problemi di carattere strutturale, impiantistico, architettonico e pone al centro della discussione una generale riconsiderazione sulla fabbrica, letta attraverso le sue trasformazioni, costruzioni e utilizzazioni.
Il volume – che raccoglie gli atti del VI Convegno Nazionale – ospita, nella prima parte, le relazioni ad invito e le «Linee Guida (rivolte ai progettisti responsabili)» dell’ARCo, in cui vengono rivisitati i principi alla base dell’Associazione, e il «Programma di azioni» che questa propone ai legislatori ed agli enti tecnici preposti alla tutela del patrimonio architettonico; nella seconda parte sono riuniti i contributi al convegno che delineano valutazioni e considerazioni critiche sul ruolo che nel restauro debba avere la sicurezza del manufatto. Gli interventi, che rappresentano l’attuale “stato dell’arte”, non sono tutti omogenei ai principi dell’Associazione, come risulta dai brevi commenti che li accompagnano. In ciascuno di essi si possono però rintracciare percorsi progettuali in cui il restauro parte dalla consapevolezza che nell’edificio stesso sono contenute le informazioni che possono indirizzare le linee d’intervento.
Un capitolo di particolare delicatezza è quello dell’adeguamento alla normativa impiantistica ed antincendio, argomenti che offrono motivo di preoccupazione lì dove la loro applicazione automatica porterebbe a distruzioni certe ed interventi profondamente invasivi. Il volume offre inoltre casi di studio in cui l’uso ed il ricorso ai nuovi materiali e tecnologie diverse, attualissime, non sono demonizzate ma inserite in un ampio e rispettoso confronto di compatibilità con la sapienza costruttiva propria del manufatto.
Sono raccolti infine alcuni studi di carattere metodologico ed analitico che non propongono un intervento ma che offrono spunti di riflessione suggestivi in un panorama così difficile che tocca oggi direttamente tutti coloro che vogliano misurarsi nel restauro di un edificio storico.

856 pp. con illustrazioni (euro 50,00)

Share Tweet Pin it



X